Titolo visibile
 
 
 LOCALI
Indice
Ristoranti Italia
Ristoranti Lazio
Pizzerie Napoletane
Ricerca per Regione
Ricerca Avanzata
Cucina Estera
Cucina Regionale
 
 PROGRAMMAZIONE
Indice
Html
Flash
JavaScript
VBScript
Java
 
 CULTURA
Scuole Private
Aforismi
Giornali Online
Dizionari
Matematica
 
 

Miele dalle straordinarie proprieta'...

Il miele e' un ottimo alimento e straordinarie sono le sue qualita'. Il miele di tarassaco, ad esempio, si utilizza per le sue proprieta' toniche ed epatoprotettrici.
Il miele di castagno e' ricco di vitamina P, tannino e ferro, pertanto e' utile nelle anemie, in gravidanza o nei periodi di convalescenza in quanto favorisce la produzione di globuli rossi. Il miele di mirtillo e' noto per le sue proprieta' antisettiche e cicatrizzanti, e' utile nella cura delle infezioni intestinali ed e' indicato per i disturbi della vista e della circolazione. Contro gotta, cistiti o prostatiti e' indicato il miele di erica che possiede anche leggere proprieta' depurative, diuretiche e disinfettanti delle vie urinarie.
Il miele di arancio e' un buon dissetante mescolato al the ghiacciato, mentre il miele di limone e' noto per le sue proprieta' antispasmodiche e sedative, ideale per le persone nervose e nei casi di insonnia e di ansia. Il miele di biancospino e' noto per chi dorme poco o e' iperteso, indicato in caso di vertigini o ronzii alle orecchie.
Il miele di acacia e' ricco di fruttosio, ideale come dolcificante, ha proprieta' antisettiche delle vie respiratorie ed e' particolarmente adatto per calmare la tosse.

Contro il raffreddore

Versare in una tazza di acqua ben calda 1 cucchiaio di miele ed il succo di 1 limone, miscelare bene e bere prima di coricarsi.

Contro la tosse


Latte e miele - Una tazza di latte bollito ed addolcito con un cucchiaio abbondante di miele da bersi per quattro o cinque sere prima di andare a letto; se non si gradisce l’eccessiva dolcezza della bevanda aggiungere alcune gocce di succo di limone o d'arancia.

Alcune ricette con il miele...

Bevande e Liquori

Spremuta di limone al miele: un bicchiere di acqua, un cucchiaio di miele e il succo di un quarto di limone.

The freddo al miele: Un cucchiaio di miele in una tazza di the freddo e il succo di mezzo limone.

Liquore al miele a base di alcool
Ingredienti: 300 grammi di alcool a 95°, un litro d'acqua, 300 g di miele, una stecca di cannella, quattro chiodi di garofano, la scorza di un limone tagliata a fettine(solo la parte gialla).
In una bottiglia con chiusura ermetica versare l’alcool, la cannella, i chiodi di garofano e la scorza di limone e lasciare macerare per dieci giorni; trascorsi i dieci giorni mescolare il miele con l’acqua in un tegame e far bollire fino ridurne a metà il volume; lasciare raffreddare ed unire al macerato; mescolare dolcemente; il giorno successivo filtrare accuratamente ed imbottigliare.

Liquore al miele con grappa
Ingredienti: 1 litro di grappa, 600 grammi di miele, 50 grammi di scorza di arancia (solo la parte gialla) tagliata sottile, 600 grammi di acqua, 1 stecca di cannella, un chiodo di garofano;
In un vaso di vetro con chiusura ermetica versare l’acquavite e le scorze di arancia e lasciare macerare per due settimane; trascorso il periodo filtrare strizzando bene le scorze di arancia; rimettere nel vaso aggiungendovi il chiodo di garofano, la cannella ed il miele preventivamente disciolto nell’acqua intiepidita; lasciare in infusione per una settimana agitando di tanto in tanto il vaso; lasciare riposare per altri due giorni senza agitare; filtrare ed imbottigliare.

Liquore di miele e arance
Ingredienti: 3 arance grosse e mature, 2 limoni, 400 grammi di miele, mezzo litro di alcool, mezzo litro di acqua, due chiodi di garofano ed un pizzico di cannella;
mettere tutti gli ingredienti in un vaso di vetro e lasciare il tutto a macero per trenta giorni, scuotendolo quotidianamente. Trascorso il periodo passare il tutto al setaccio e filtrare. Servire freddo.

G
rappa all’arancia e caffe'
Ingredienti: 1 arancia, 1 litro di grappa, 10-12 chicchi di caffè tostato, 40 grammi di miele;
praticare dei piccoli fori nell’arancia ed introdurvi i chicchi di caffè per circa metà della loro lunghezza, mettere in un vaso chiuso con mezzo litro di grappa e lasciare macerare per tre settimane; trascorso il periodo togliere l’arancia e filtrare con carta da filtro, aggiungere la restante grappa nella quale sarà stato disciolto il miele a bagnomaria, miscelare ed imbottigliare; attendere circa 30 giorni prima di consumare.

Dolci

Dolce di segale al miele
Ingredienti: 500 grammi di farina di segale, 250 grammi di miele, 250 grammi di zucchero, 1 bicchierino di rum, 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio;
mettere in un recipiente il miele e lo zucchero e farli sciogliere con una tazza di acqua calda; aggiungere a poco a poco la farina mescolando accuratamente per evitare la formazione di grumi, aggiungere, eventualmente e se lo si gradisce, un poco di cannella o qualche chiodo di garofano, il rum ed il bicarbonato; dopo aver ben miscelato versare il tutto in uno stampo per dolci imburrato e cuocere per un’ora circa in forno a fuoco moderato.

Torrone al miele
Ingredienti: 300 grammi di miele, 300 grammi di zucchero, 100 grammi di acqua, 200 grammi di nocciole pelate e tostate, 600 grammi di mandorle pelate e tostate, 3 albumi d’uovo, 1 busta di vanillina, 2 limoni, ostie da pasticceria
Versare il miele in una pirofila e farlo cuocere a bagnomaria, con fuoco basso, per un’ora e mezza mescolando continuamente; poco prima che il miele sia pronto, preparare a caldo uno sciroppo con lo zucchero e l’acqua ,mescolando per circa 5 minuti fino al completo scioglimento dello zucchero; montare a neve gli albumi e versarli nel miele quando è pronto e mescolare per cinque minuti; aggiungere lo sciroppo di zucchero e mescolare fino a quando il composto, dopo essersi ristretto, comincerà ad indurirsi; a questo punto aggiungere le nocciole e le mandorle, la scorza grattugiata dei limoni e la vanillina, mescolare con cura fino ad amalgamare il tutto in modo omogeneo; stendere in uno stampo foderato di ostie il composto per uno spessore di 2 o 3 centimetri, livellando bene la superficie, ricoprire la superficie con altre ostie, sovrapporre delle assicelle con dei pesi e lasciare riposare per mezza ora; rovesciare poi il composto su un piano e con un coltello tagliare il torrone a pezzi; avvolgere i pezzi prima in carta pergamena e poi in fogli di alluminio; conservare in un recipiente a chiusura ermetica.
 

Scritto il 12/07/2009 alle ore 07:30:00


Condividi su Facebook

 
 LOCALI - RICERCHE
Avanzata
Per Regione
Solo Pizzerie
Solo Internazionale
Solo Italiana
Per Tipo Cucina
Per Città nel Lazio
 
 SITO
Contattaci
Segnala locale
Feed Rss
Segnala un errore
Guestbook
News
Aggiungi a preferiti
Imposta Homepage
Segnala un Sito
Iscriviti
Login
 
 RICETTE CUCINA
Indice Ricette
Primi
Carne
Pollame
Pesce
Dolci
Cocktail
   
 
Questo sito e' un sito non commerciale e potrebbe riportare informazioni non aggiornate e/o non corrette. Leggi il disclaimer sottostante.

Lavoro |  Home |  Locali |  Info                   584730                 Disclaimer |  Portale |  Blog |  Ricette